Non solo parole...

"Osservate più spesso le stelle. Quando avrete un peso sull’animo, guardate le stelle o l’azzurro del cielo. Quando vi sentirete tristi, quando vi offenderanno, quando qualcosa non vi riuscirà, quando la tempesta si scatenerà nel vostro animo, uscite all’aria aperta e intrattenetevi, da soli, col cielo. Allora la vostra anima troverà la quiete."
(John Milton, "Paradiso Perduto")

Spesso ci perdiamo nel frastuono dei grandi avvenimenti, dimenticandoci di dare peso al fruscio delle piccole cose.   (R. Battaglia)

 "e se le stelle fossero le briciole che la luna lascia dietro di se per indicarci la strada che ci farà raggiungere i sogni, saltando di stella in stella arriveremo" (auto cit)

 “Sei rimasto lì, tra il compiuto e l’incompiuto. Mi soggiornavi nel cuore ma ancora non lo avevi arredato. Sentivo che se lo avessimo permesso sarebbe stato grande. Ma non era il suo tempo. Chissà quanti grandi amori non hanno svolgimento non perchè manchi il titolo o la trama, ma perchè manca il foglio sul quale scriverli. Noi l’amore l’avevamo ma non esisteva un posto dove poterlo vivere." [ Paola Felice] 

Non dimenticare mai che l’AMORE che provo per te è come il VENTO: non potrai mai vederlo, ma potrai sempre sentirlo… Ovunque sarai. 
[Sergio Bambarén - Lettera a mio figlio sulla felicità]

Quel che io sono, è ormai successo: e qui, e ora, vive in me come un passo in un'orma, come un suono in un eco, e come un enigma nella sua risposta. Non muore, questo no. Scivola dall'altra parte della vita. Con una leggerezza che sembra una danza. E' un modo di perdere tutto, per tutto trovare
 [Alessandro Baricco - Oceano mare]

Ci sono vuoti che possono guarire solo se ciò o meglio chi c'era tornasse a colmarli...non si guarisce ci si convive più o meno in equlibrio non ho ancora compreso se il dolore che il vuoto genera ha nei giorni un peso specifico variabile o siamo noi ad avere qutidianamente una capacità variabile di sostenere il fardello
(autocitazione)

Non ti ho amato per noia, o per solitudine, o per capriccio. Ti ho amato perché il desiderio di te era più forte di qualsiasi felicità. E lo sapevo che poi la vita non è abbastanza grande per tenere insieme tutto quello che riesce ad immaginarsi il desiderio. Ma non ho cercato di fermarmi, né di fermarti. Sapevo che lo avrebbe fatto lei. E lo ha fatto. E' scoppiata tutto d'un colpo. C'erano cocci ovunque, e tagliavano come lame.
 [Baricco - Oceano mare]

Sappi che ogni storia, in qualche punto profondo, si rifà a una grande verità, anche se questa non sempre ci è chiara.
( Qualcuno con cui correre - David Grossman )
La vita è come una stoffa ricamata della quale ciascuno nella propria metà dell'esistenza può osservare il diritto, nella seconda invece il rovescio: quest'ultimo non è così bello, ma più istruttivo, perché ci fa vedere l'intreccio dei fili.
 [Schopenhauer]

"Tu sei così giovane, così al di qua di ogni inizio, e io ti vorrei pregare quanto posso di aver pazienza verso quanto non è ancora risolto nel tuo cuore, e tentare di avere care le domande stesse come stanze serrate e libri scritti in una lingua molto traniera. Non cercare ora risposte che non possono venirti date perché non le potresti vivere. E di questo si tratta: di vivere tutto. Vivi ora le domande. Forse ti avvicinerai così, a poco a poco, senza avvertirlo, a vivere un giorno lontano, la risposta. "
 (R.M.Rilke, Lettere ad un giovane poeta)
 


 "...Se i sogni diventano di pietra non possono più volare..." 
 (autocitazione)
 

...servirebbe trovare una cura da assumere anche da adulti per l'insicurezza che spesso ci accompagna nonostante faremmo a meno di lei volentieri e se da giovani non ci faceva volare e ci impediva di vivere al meglio il nostro tempo più verde da adulti non lascia libera di essere l'eterna giovinezza che custodiamo dentro di noi...
 (autocitazione)

Voglio amarti, voglio che ti siedi al mio fianco, voglio potermi girare e saperti lì. Voglio appoggiare la mia mano sulla tua gamba mentre siamo a cena con altra gente. Voglio tornare a casa in macchina con te, commentare con te, criticare con te. Voglio addormentarmi, svegliarmi, mangiare, parlare con te. Ti prego. Voglio parlare guardandoti negli occhi o gridando da un’altra stanza della casa. Voglio vederti tutti i giorni, guardarti camminare, guardarti aprire il frigorifero. Voglio sentire il rumore del fon provenire dal bagno. Voglio poterti dire tutti i giorni ciò che sei per me. Voglio poter litigare con te. Voglio vedere i tuoi sorrisi, voglio asciugare le tue lacrime. Voglio che tu mi dica durante una cena di tornare a casa perché sei stanca e hai sonno. Voglio essere li quando hai bisogno di un aiuto per chiudere il vestito. Voglio essere seduto di fronte a te quando indossi gli occhiali scuri mentre facciamo colazione al mare e voglio offrirti il pezzo di frutta più buono. Voglio poter scegliere un paio di orecchini per te in un negozio, voglio dirti che stai bene con il nuovo taglio di capelli, voglio che ti aggrappi a me quando inciampi, voglio esserci quando comprerai le tue scarpe nuove.
(Fabio Volo)
Andavo di fantasia, e di ricordi, è quello che ti rimane da fare, alle volte, per salvarti, non c’è più nient’altro. Un trucco da poveri, ma funziona sempre
(Alessandro Baricco)

Se vuoi salvarti leggi. E se tu volessi, addirittura, salvare qualcuno, scrivi.
(Laura Ortolani)

Non ti chiedo miracoli o visioni, ma la forza di affrontare il quotidiano. Preservami dal timore di poter perdere qualcosa della vita. Non darmi ciò che desidero ma ciò di cui ho bisogno. Insegnami l’arte dei piccoli passi.
 (Antoine de Saint-Exupery)
 
Abbi cura di te ogni volta in cui, crescendo, avrai voglia di cambiare le cose sbagliate in cose giuste, ricordati che la prima rivoluzione da fare è quella dentro se stessi, la prima e la più importante.
Lottare per un'idea senza avere un'idea di sé è una delle cose più pericolose che si possano fare.
Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere.
Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.
Radici e chioma devono crescere in egual misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e di frutti.
E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.
Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore.
Quando poi ti parla, alzati e va' dove lui ti porta.
(Susanna Tamaro - "Va dove ti porta il cuore")

«Ecco, prendi te per esempio. Tu sei unico», spiegò la mamma, «e anch’io sono unica, ma se ti abbraccio non sei più solo e nemmeno io sono più sola».
«Allora abbracciami», disse Ben stringendosi alla mamma.
Lei lo tenne stretto a sé. Sentiva il cuore di Ben che batteva. Anche Ben sentiva il cuore della mamma e l’abbracciò forte forte.
«Adesso non sono solo», pensò mentre l’abbracciava, «adesso non sono solo. Adesso non sono solo».
«Vedi», gli sussurrò mamma, «proprio per questo hanno inventato l’abbraccio».
(David Grossman, L’abbraccio)

Insegnerai a Volare, ma non voleranno il Tuo Volo. Insegnerai a Sognare, ma non sogneranno
il Tuo Sogno. Insegnerai a Vivere, ma non vivranno la Tua Vita. Ma in ogni Volo, in ogni Sogno e in ogni Vita, rimarrà per sempre l’impronta dell’insegnamento ricevuto.
(Madre Teresa di Calcutta)

Mi manca esattamente come quando non la conoscevo.
Quando non la conoscevo ancora, nella mia mente, cercavo di immaginare la persona che avrebbe avuto le caratteristiche tali da rimanermi a fianco. Poi l'ho conosciuta e ho capito che quelle
caratteristiche non le aveva ma aveva ben altro e mi accorsi che il ben altro calzava a pennello con la parte di me che ancora non avevo scoperto. Poi l'ho persa e ho capito che a sfuggirmi di mano è stato anche quel lato di me che è sempre sopravvissuto con me ma che ha iniziato a vivere con lei. Adesso lei manca. Ma manca anche quella porzione di me che ho spedito via con lei per non farla sentire mai sola. Questo un po' mi rende felice: sapere che, segretamente, una parte di me può correrle incontro, guardarla sbuffare, osservarla mentre piange, ascoltare le sue parole, sfiorare le sue mani, mi fa capire che l'ho contaminata, che se ne è andata; ma lo sapeva anche lei che andandosene, volendo o no, si porta sempre via qualcosa dal posto che si lascia. Il problema è di chi resta; come un cieco nato che incontra qualcuno che gli dona la vista e, dopo aver visto felicità e disgrazie, gliela toglie: il cieco sarebbe disposto a vedere anche solo guerre e sofferenze se insieme alla vista, torna anche chi gliel'ha donata.
(Laura Ortolani)

Nemmeno la luna è perfetta. E' piena di crateri. E il mare? Nemmeno lui! Troppo salato. E il cielo? Sempre così infinito... Insomma, le cose più belle non sono perfette. Sono speciali. 
 (B. Marley)

Dio non ti dà le persone che vuoi Lui ti dà le persone di cui hai bisogno... per aiutarti, per ferirti, per lasciarti, per amarti e per farti diventare la persona che eri destinata ad essere
(non conosco l'autore) 

Penso sempre che ogni cosa durerà in eterno, ma non è mai così. In realtà, niente esiste per più di un istante, tranne ciò che custodiamo nella memoria. Cerco sempre di conservare dentro di me ogni momento - preferirei morire piuttosto che dimenticare.
(Firmino, Sam Savage. Einaudi, 2008)

Nella loro infanzia ascoltate i vostri Figli, perché sui loro visi è ancora impigliato qualche frammento del sorriso con cui li hanno rivestiti gli angeli. 
(S. Biavaschi)


2 commenti:

  1. Ciao, scusa se mi permetto di farti una correzione, ma questa frase è di Laura Ortolani, la puoi trovare su fb sulla sua pagina, This war is ours. Molti la confondono con lo scrittore, appunto da te citato. Questa frase appartiene a lei, non a Leo. Scusa la prolissi e grazie.
    "Se vuoi salvarti leggi. E se tu volessi, addirittura, salvare qualcuno, scrivi."
    Leo Ortolani

    RispondiElimina
  2. Ciao Andrea! grazie mille per la dritta vado a correggere immediatamente!!! sai come dice il proverbio "sbagliando s'impara", ma se non ti correggono a volte non impari proprio nulla no? la frase di Laura Ortolani è splendida e riflettendoci su mi sono detta che spesso scrivere salvi per prima noi stessi. Andrò a visitare la pagina su Fb, mi ha fatto molto piacere la tua visita quando vuoi sei sempre il benvenuto a presto! :)

    RispondiElimina

Il mio blog è captcha free, ciò significa che non perderai nè il tuo tempo, nè la tua vista per riuscire ad interpretare parole incomprensibili prima di poter lasciare i tuoi commenti :)
Lascia pure i tuoi commenti anche come anonimo, ma ricordati sempre di firmare, essi saranno visibili dopo la mia approvazione, così facendo potrò difendermi da spam, grazie mille per la tua pazienza!!! :)