lunedì 8 novembre 2010

I treni della vita

Incorniciata da un po' di vento e un po' di pioggia  inizia oggi la mia 29esima settimana. Sto lievitando a vista d'occhio e con grande orgoglio devo dire!
Il mio maghetto ed io siamo in continuo contatto, ormai lo sento spesso bussare con le manine nel bassoventre o rigirarsi  dentro di me mostrando a volte il suo magico culetto o facendomi sentire i colpetti delicati dei suoi magici piedini...
Ieri pomeriggio per rilassarmi un po' mi sono trastullata sulla mia pagina Facebook e tra i tanti link pubblicati ne ho letto uno in cui ho sempre creduto, un proverbio cinese che sembrerà banale, ma a parer mio è profondamente vero: 



Quando è iniziato questo mio viaggio ero molto diversa da adesso, ricordo che prima d'intraprenderlo sentivo spesso donne e uomini divenuti genitori dire che avere un figlio cambia la vita e non vi nascondo che queste parole mi facevano avvertire un po' di fastidio e molto timore, ma adesso che sta succedendo a me e vedo la trasformazione in atto, mi rendo conto che tutto avviene così naturalmente e che  intraprendendo questo viaggio vuoi soltanto portarlo a compimento per poi vivere la tua nuova dimensione in quella nuova destinazione dove scenderai  dal treno con un bagaglio magicamente arricchito durante il viaggio.
Purtroppo ho perso alcuni treni nella mia vita, capita, ma devo dire sinceramente che quei pochi perduti li rimpiango tanto e per un motivo soprattutto...è dipeso da me averli perduti...dovevo essere più tenace, crederci di più e sarebbero stati i miei,  ma queste dolorose esperienze fatte mi hanno fatto comprendere  che ciò che si vuole fortemente, ciò che si sogna lo si deve ottenere e non avrei mai voluto un giorno dicendo addio al mondo avere il rimpianto di non aver vissuto questa grande gioia per causa mia, quindi ho atteso con pazienza, con determinazione e credo giungendo sin qui.
Così con qualche anno in più,  i piedi gonfi, qualche botta si sonno di troppo, un po' di stanchezza e l'ansia di arrivare, eccomi qui con le mani appoggiate sul ventre ed il naso in su rivolto verso il cielo meraviglioso sopra di noi  che osservo instancabilmente dal mio finestrino...aspettare l'arrivo.

5 commenti:

  1. E' vero, a volte alcuni treni si perdono, ma io penso sempre che se ne ho persi alcuni era perché non mi avrebbero portato alla giusta destinazione ;) (beh, ogni tanto ci provo a essere positiva no?).
    Quindi coraggio..la tua (vostra) destinazione sta arrivando! E dopo la prossima la sceglierete con il maghetto ;)
    Un abbraccio e grazie per le tue parole di conforto al mio post!

    RispondiElimina
  2. non pensa ai treni persi....pensa solo a quello che hai preso ora, e goditi il viaggio....


    tuo marito : bigliettiiiiii prego.....
    Manu: abbonata grazie
    tuo marito: allora buon viaggio e tra un annetto ti faccio fare un'altro viaggetto..
    ;)

    RispondiElimina
  3. che bello! che emozione nelle tue parole.

    RispondiElimina
  4. Chi non ha perso treni nella propria vita? Ora tu ne hai preso uno speciale che ti porterà ad una meta splendida! Buon viaggio, tra un po' sarai arrivata...so che non vedi l'ora!

    RispondiElimina
  5. Che treno emozionante quello che tu e il tuo maghetto avete preso insieme!!!
    I treni persi forse erano viaggi inutili e perditempo, chissà...
    Buon proseguimento mia cara...Vi abbraccio forte!

    RispondiElimina

Il mio blog è captcha free, ciò significa che non perderai nè il tuo tempo, nè la tua vista per riuscire ad interpretare parole incomprensibili prima di poter lasciare i tuoi commenti :)
Lascia pure i tuoi commenti anche come anonimo, ma ricordati sempre di firmare, essi saranno visibili dopo la mia approvazione, così facendo potrò difendermi da spam, grazie mille per la tua pazienza!!! :)