giovedì 26 luglio 2012

Profumo di mare, di basilico, di gelsomino, di pomelie e d'amore



Sono indimenticabili certi momenti, rimangono esemplari nella tua vita, episodi semplici, ma ricchi di sentimento e significato come quelli che appartengono all'infanzia, all'estate.
Ricordo le attese a riva dopo il bagnetto, il telo morbido con cui mi avvolgeva papà, la cura, l'attenzione in ogni suo gesto a me dedicato, i pranzi in riva al mare, con la pancia vuota che riempendosi gioiva, il sapore delle susine ricche di succo che ad ogni morso gocciolava un po' sul petto nudo di bambina.
Ricordo il nostro balcone ricco di basilico, buono da mangiare, buono da annusare, papà ne afferrava i rami come volesse stringerli nel pugno, che però rimaneva schiuso tanto da raccoglierne il profumo che avvertivo dal palmo della sua mano che avvicinava al mio nasino.
Il profumo del gelsomino che raccoglievamo durante le nostre passeggiate, rametti che sporgevano dalle ringhiere delle villette del nostro quartiere e la nostra pianta ricca di pomelie gialle che fiorisce ancora oggi  così come quelle che abbelliscono i balconi della via che percorro ogni giorno  per andare a lavoro,  le cui corolle smarrite colorano spesso il ciglio del marciapiede grigio e polveroso.
Ricordo le serate estive distesa sulla sdraio in braccio a papà a guardare le stelle, le mie domande di bambina: "papà se io un giorno sposo un re tu cosa diventi? oppure " papà se taglio una ciocca di capelli alla mamma e me la metto in testa io sembrerò con i capelli lunghi? e dopo le nostre conversazioni, spesso  papà intonava "stella d'argento" e sembrava che anche quelle smorfiosette lassù nel cielo lo sentissero cantare e dessero il meglio della loro luce lusingate da quel canto...e adesso...voglio lasciarla fluire questa nostalgia, sopportatela vi prego, perché c'è e vorrei che se ne andasse via almeno un po', sarebbe meglio per riuscire a far posto alla gioia, a quella che i ricordi possiedono e custodiscono, a quella che potrebbe appartenere al presente e al futuro che vorrei costruire sereno e produttivo, credo sia il modo efficace per riuscire a lacerare il velo di tristezza che mi avvolge e rendermi visibile alla serenità, riuscire a farmi notare da essa, a farmi trovare in questi giorni nuovi d'estate, fatti ancora di mare, di basilico, di gelsomino e pomelie e di mani che mai mi abbandonano e che avverto sempre vicine al mio volto schiuse per farmi sentire il profumo di un amore che non può morire.

7 commenti:

  1. Adoro guardare con i tuoi occhi ed annusare il basilico e il gelsomino non è mai stato così verosimile...
    Un abbraccio, Manu cara... Ti adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono felice che tu riesca a vedere attraverso le mie parole e a sentire i profumi, significa che riesco a trasmettere le mie emozioni e le mie sensazioni e per me questo è motivo di grande soddisfazione...ti abbraccio anche io cara Ombretta...tu mi adori? lo vedi che la cosa è reciproca!?! ;D

      Elimina
  2. Ciao, sai credo che quello che dici di lasciarti andare alla nostalgia per poi stare di nuovo bene sia la strada giusta...negli ultimi 24 giorni ho perso entrambe le mie nonne e se all'inizio mi forzavo a non ricordare nulla per non stare male poi invece mi sono accorta che lasciandomi andare al loro ricordo, affondare il naso nei tantissimi rocchetti di filo di una nonna e nel foulard e nel rosario dell'altra sentendo ancora tutto il loro profumo mi fa bene e mi fa ancora meglio stare insieme a tutti i miei cugini a ridere e scherzare su episodi vissuti con le nonne...fa male lo so, e con un papà fa ancora più male, ma puoi farcela, x te e per chi ti vuole bene. Un abbraccio e scusa se mi sono dilungata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. due perdite in così poco tempo! mi spiace tanto, ti sono vicina è bello parlare dei nostri affetti e tenerli sempre accanto a noi, non credo sia un'illusione la sensazione che faccia meno male. Ricambio l'abbraccio e ti ringrazio per le tue parole, puoi dilungarti quanto vuoi qui di spazio ce n'è tanto! ah se hai un blog lasciami il tuo link se ti va perchè dal tuo profilo non sono riuscita a trovarlo grazie!!! a presto!!! :)

      Elimina
    2. Ciao! Scusa se ti rispondo dopo così tanto tempo! Un blog l'avevo ma poi non so non ne avevo più voglia e l'ho chiuso...a dir la verità quando mi era venuta un po' voglia di riprenderlo in mano era troppo tardi!

      Elimina
  3. sempre bello leggerti e ecoprirti dalle tue parole..la strada verso la gioia e la serenità comprende anche la nostalgia..bei ricordi davvero..custodiscili gelosamente per poi da loro trarne forza. Dal mio punto di vista sei fortunata ad averli.
    bacio

    RispondiElimina
  4. Antonella cara grazie e scusa se ti rispondo con così tanto ritardo :*

    RispondiElimina

Il mio blog è captcha free, ciò significa che non perderai nè il tuo tempo, nè la tua vista per riuscire ad interpretare parole incomprensibili prima di poter lasciare i tuoi commenti :)
Lascia pure i tuoi commenti anche come anonimo, ma ricordati sempre di firmare, essi saranno visibili dopo la mia approvazione, così facendo potrò difendermi da spam, grazie mille per la tua pazienza!!! :)