domenica 30 settembre 2012

La favola della vita


Si aggiustava gli occhiali sul naso mentre i piccoli si sedevano intorno a lei silenziosi pronti ad ascoltare con attenzione ed ebbe così inizio una favola fatta di tetti rossi, di fili d'erba verde, di strade bianche, di volti rosei di bimbi assopiti sui loro candidi  guanciali, diceva: " mentre la notte lenta, illuminata da una splendida luna argentata procedeva, tutto si tingeva di mille sfumature di blu e ogni cosa sembrava assopita, come in attesa di ricominciare il nuovo giorno in cui avrebbe visto, ancora una volta, i tanti colori rinvenire illuminati dalla luce del sole. Cari piccoli pensate, tutto questo avviene da sempre, ma la luna ogni notte non si annoia mai di salire su nel cielo scuro per squarciare il buio insieme alle stelle ed  il sole non si stanca mai ogni giorno di tornare ad illuminare il cielo per far risplendere i mille colori di ogni cosa. Che banalità! molti potrebbero pensare, beh ...vi dirò...spesso, in verità, ciò che può sembrare banale è al contrario tra le cose più magiche e speciali che possano mai esistere, perché  poter godere del trascorre dei giorni significa vivere...come può essere banale tutto questo piccoli miei?

Nessun commento:

Posta un commento

Il mio blog è captcha free, ciò significa che non perderai nè il tuo tempo, nè la tua vista per riuscire ad interpretare parole incomprensibili prima di poter lasciare i tuoi commenti :)
Lascia pure i tuoi commenti anche come anonimo, ma ricordati sempre di firmare, essi saranno visibili dopo la mia approvazione, così facendo potrò difendermi da spam, grazie mille per la tua pazienza!!! :)