martedì 25 ottobre 2011

Fine primo tempo

Immedesimatevi un po' in questa scena: vi  trovate al cinema, nel buio della sala le immagini del "vostro" film scorrono sullo schermo gigante, siete immerse, ci state vivendo dentro, quando ad un tratto sul lato dello schermo appare una specie di scarabbocchio, ad un tratto le immagini si interrompono e una bella scritta "fine primo tempo"  ne prende il posto, mentre contemporaneamente le luci della sala si accendono.
Che volete che vi dica, sarà che mentre facevo la spesa l'altro giorno al super mercato alla radio passavano Max Pezzali con" Il mio secondo tempo", sarà che manca poco, mooooooooooooolto poco all'inizio del mio secondo tempo, sarà che questi giorni, gli ultimi di questa epoca della mia vita con il "tre davanti", sono trascorsi come una pellicola cinematogradica alla fine della bobina con il loro scarabocchio sopra, sarà che io si sa faccio sempre i miei bilanci e mi giro indietro  per dare un'occhiata a tutto quello che ho fatto sino ad ora come se controllassi il mio bel fagotto che porto sulla schiena, lo sistemo e mi assicuro che sia ben chiuso per non perdermi nulla per strada, sarà tutto questo e forse anche altro che non so dire, che non so ancora capire, magari ci penserò poi e riuscirò a spiegarmi, sarà che mi va  di scrivere e in qualche modo riesco a farlo finalmente...insomma eccomi qua.
Voi ce l'avete presente  il testo della canzone di Pezzali? é quella che fa: 

"...finché un bel giorno la carta d’identità non mi ha rivelato la verità...ho superato la metà del mio viaggio..."

Eggià il 26 ottobre sarà domani, la carta di identità e tutti i documenti di riconscimento in mio possesso in coro mi rivelano la verità, la urlano!  ho superato la metà? speriamo sia la metà!!! non vorrei essere già più avanti sinceramente...eh! concedetemi due cornini di scongiuro a che ci sono, e una bella toccatina di ferro... dove...dove? eccoloooooooo le gambe del tavolino del PC penso vadano bene! a volte qualche scongiuretto non guasta non credete? :D

 "...finché un bel giorno io non ho capito che era l’ora di scegliere cose e persone che mi succhiavano via anche soltanto un grammo di energia buttare tutto, buttare quello che fa male o perlomeno buttare quello che non vale non vale niente o non vale almeno un’emozione..."

In questi 10 anni trascorsi ce ne sono state persone che mi hanno succhiato via la mia energia eccome, in verità questa è una costante della mia esistenza, a volte me le sono andate a riprendere pure dal passato certe sanguisughe indegne! sono scema? adesso non credo più, ma lo sono stata eccome! che ci volete fare sbagliando si impara ed io ho imparato alla grande, sarà che non sapevo dire di no, sarà che mi immedesimavo troppo nella necessità altrui e se potevo davo tutto pur di alleviare e risolvere una pena, un problema di chi mi chiedeva una mano, sarà che a forza di farlo mi sono ritrovata a concedere troppo a chi se n'è apporfittato ottenendo in cambio solo amarezza nel constatare la realtà di essere stata usata.
Sono cose che succedono a tanti e sono successe anche a me, la cosa importante alla fine è accorgersene, "buttare quello che fa male e che non vale niente" .

"...quanti armadi da svuotare, quante cose da buttare che sembravano importanti e invece non mi servono..."

Più che armadi io ho svuotato Matrioske, le ho aperte una per una, ricontrollato il contenuto, fatto pulizia, rivisto e messo a fuoco molte situazioni, mi è costato fatica e una sofferenza che non vi dico, è successo tutto ad un tratto...puf! e mi sono messa a rivedere la mia vita e riviverla letteralmente dall'adoloscenza mentre vivevo quella in corso, incredibile, ma vero era come esistere contemporaneamente su due dimensioni, alla fine sono riuscita a capire quello che non mi apparteneva e che mai, contrariamente a quello che pensavo, mi era appartenuto e a vedere come stavano realmente le cose, cose che pensavo si fossero svolte diversamente e invece...

"...quante occasioni perse da recuperare quante carte da giocare..."

quante! e quanto male fa ripensarci e quanto è difficile non pensarci e dimenticare, ma ho capito a mie spese che guardare indietro deve servire ad andare avanti altrimenti si rischia di vivere soltanto al passato e mai il presente, la vita è quella che si costruisce ogni giorno e vivendola si può cambiare i percorsi, si possono ricucire gli strappi, rimediare agli errori.

"...che c’è il mio secondo tempo e non voglio perderlo perché io un po' mi sento come all’inizio dello show..."

 Se è vero che  ho dedicato troppo della mia vita a chi non la meritava, al contrario ora che sono arrivata sin qui sento che sto per ricominciare, in questi 10 anni mi sono sposata, ho messo su casa e adesso sono mamma di un bimbo adorabile, sono all'inizio di una grande, meravigliosa avventura  è adesso che viene il bello!

"...perché è il mio secondo tempo e io voglio godermelo perché io, spero tanto che sia splendido..."

Lo spero veramente, spero di godermelo sinceramente e di avere indietro dal passato un po' di spensieratezza perduta. Nella valigia porto con me i bei momenti di questo "primo tempo" che sta per concludersi: i sorrisi e gli abbracci veri di mio padre, la sua esistenza, i ricordi della adolescenza, l'amore, l'arrivo della maturità, le attese e i tanti progetti che lentamente sono riuscita a realizzare. Porto ciò che ho fatto di buono e un piccolo notes dove ho annotato le esperienze negative e dolorose per fare tesoro di ciò che ho vissuto.
Mi auguro di avere forza, energia, buona salute, di avere tanti buoni motivi per sorridere e pochi per incazzarmi ed essere delusa.
Adesso se vi va chiedetemelo ancora, chiedetemi età? e fatemi rispondere ancora per qualche ora 39 per viverli pienamente nonostante il raffreddore che avvilisce da giorni me e mio figlio, nonostante la tosse che non avevo da 10 anni, fatemelo ancora dire affinché ne abbia coscienza sino all'ultimo fotogramma...e poi quando si accederanno le luci mi godrò l'intervallo aspettando che inizi "il mio secondo tempo", sperando che sia avvincente e a lieto fine, sperando non gli vengano apportati tagli che rovinano la trama, sperando...e sognando...:)

Un sorriso per tutti!
Manuela

10 commenti:

  1. Ma sei giovanissima!! Sai, sei nata lo stesso giorno di mia madre:-) Ti faccio gli auguri per domani... un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Grazie! bella tosta la mamma eh??? ;D grazie per gli auguri sono molto graditi! :) e benvenuta nel mio angolo di rete...a presto!!!

    RispondiElimina
  3. Il secondo tempo dei film di solito e' piu' avvincente!! Il secondo tempo sara' piu' consapevole. Hai vissuto il tuo primo tempo e hai fatto l'esperienza giusta per affrontare il tuo secondo tempo alla grande.
    E chi ti ammazza piu'?????
    Ciao biddazza!

    RispondiElimina
  4. si sa "a' malerba un sicca mai" !!! ;D)))) grazie Nika! ;D

    RispondiElimina
  5. Wow..bellissimo post davvero!
    Senti mancano pochissime ore, e se questa strega ci azzecca ancora si prevede un secondo tempo strepitoso!!!
    A domani !
    Kissssssssssssssssss

    RispondiElimina
  6. Ah dimenticavo....
    http://pensierincontrollati.blogspot.com/2011/10/auguri-speciali.html
    :*

    RispondiElimina
  7. Il 26 ottobre è ormai oggi, ti faccio tantissimi auguri e, mi raccomando, sta' lontana dai luoghi comuni sulla vita dopo i 40 anni. Altrimenti l'esperienza dei primi 40 a che cosa ci è servita? Un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Auguri, auguri !baci pischelletta!max

    RispondiElimina
  9. Un po' in ritardo...ma tanti auguri lo stesso e con tutto il cuore!!!

    RispondiElimina

Il mio blog è captcha free, ciò significa che non perderai nè il tuo tempo, nè la tua vista per riuscire ad interpretare parole incomprensibili prima di poter lasciare i tuoi commenti :)
Lascia pure i tuoi commenti anche come anonimo, ma ricordati sempre di firmare, essi saranno visibili dopo la mia approvazione, così facendo potrò difendermi da spam, grazie mille per la tua pazienza!!! :)