sabato 7 gennaio 2012

Piccole grandi gioie crescono

Eccomi qui giunta alla fine di questo lungo periodo di festività che come ho già abbondantemente detto nei post precendenti reputo un po' impegnativo dal punto di vista emotivo. Ho affrontato questi giorni con una malinconia che veniva allontanata costantemente da piccole grandi gioie, ogni giorno che ricordava qualcosa di particolarmente doloroso e stato palesemente trasformato in un giorno gioiso. Preparare l'albero in un angolino della nostra piccola casa, più grande, nuovo di zecca, ma addobbato da tanti piccoli vecchi monili acquistati negli anni insieme ad altri presi dall'albero che addobbavo quando c'era il mio papà adorato.
La sua presenza è stata costante  in questi giorni, come se fosse anch'egli spettatore di ogni progresso, di ogni preparativo, la vigilia di Natale vicino ai doni in attesa, il giorno di Natale trascorso così serenamente e ricco di gratitudine rivolta al Cielo per avere questo figlio che ha reso tutto diverso e meraviglioso, il 31 gennaio per me sempre molto difficile è volato insieme alla mia mamma, cucinando semplici piatti saporiti, così come il primo giorno dell'anno, momenti di famiglia, momenti semplici, tra lo spuntare di altri nuovi dentini, di primi passetti stentati, ma pieni di volontà e istinto di vita, di nuovi versetti, e tanti momenti ricchi di coccole e baci, di piccole sorprese e di tanta voglia di guardare avanti con fiducia e speranza, di affidarsi al Cielo che come nessuno sa trovare le giuste soluzioni. Mi spiace tanto quest'anno togliere l'albero, riporre gli addobbi che hanno reso tutto intorno a noi più colorato e festoso ma fra qualche giorno festeggeremo il primo compleanno del nostro maghetto e poi festeggeremo ogni piccola grande gioia, ogni progresso, cercando di restare in equilibrio sull'orlo non troppo stretto di questo muretto fiorito che di questi tempi siamo costretti a calpestare, guardando un po' più in la ogni tanto, dove potremo saltare giù finalmente sulla via per poter camminare in tre più serenamente...:)

6 commenti:

  1. Che bel post! Proprio vero: piccole e insieme grandi gioie!

    RispondiElimina
  2. Potrei averlo scritto io!

    Coraggio che salteremo da quel muretto :-)

    RispondiElimina
  3. Di tutte le piccole gioie...anche se piccolissime, bisogna farne sempre tesoro. Sono importanti per continuare a sognare! Buon principio, cara Manu...

    RispondiElimina
  4. Piccolo maghetto cresce e vi porta per mano!
    Con le sue magie smorza ogni malinconia, fortuna che ci sono loro a ricordarci quanto e' meravigliosa la vita.
    Buon anno tesora!!!

    RispondiElimina
  5. Carissima.... immagino quanto sia difficile a volte trasformare dei momenti di profonda sofferenza in momenti di gioia assoluta...
    Sono convinta che il tuo maghetto ti dia la forza giusta e la capacità di superare questi momenti....
    Il tuo amato papà è sempre con voi... e sono sicura che è molto orgoglioso della sua amata figlia... madre!!!
    Ti abbraccio forte...

    RispondiElimina

Il mio blog è captcha free, ciò significa che non perderai nè il tuo tempo, nè la tua vista per riuscire ad interpretare parole incomprensibili prima di poter lasciare i tuoi commenti :)
Lascia pure i tuoi commenti anche come anonimo, ma ricordati sempre di firmare, essi saranno visibili dopo la mia approvazione, così facendo potrò difendermi da spam, grazie mille per la tua pazienza!!! :)